Crea sito
FANTASY CITY NEWS

Prince Of Persia

Prince Of Persia le sabbie del tempo

by on set.01, 2010, under GIOCHI, Prince Of Persia

« Molti credono che il tempo sia come un fiume, che scorre lento in unica direzione. Ma io che l’ho visto da vicino, posso assicurarti che si sbagliano. Il tempo è un mare in tempesta! Forse ti chiederai chi sono e perché io parli così. Siediti, e ti racconterò la storia più incredibile che tu abbia mai sentito… »

Prince of Persia: Le Sabbie del Tempo (Prince Of Persia: The Sands of Time nell’originale) è un videogioco edito da Ubisoft nel 2003. Ideato come remake della prima celebre saga di Prince of Persia (1989) vede come ambientazione una Persia medievale. Il videogioco ha riscosso un immediato successo rivoluzionando altri videogiochi dello stesso genere.
Il gioco ha avuto tre sequel: Prince of Persia: Spirito guerriero, Prince of Persia: I due troni e Prince of Persia: Le sabbie dimenticate(2010).
• Principe
Il figlio minore del re di Persia Shahraman. Partecipa alla sua prima battaglia insieme al padre che intende conquistare Azad. Durante l’attacco trova il Pugnale del Tempo: un pugnale magico che dona a chi lo possiede il controllo completo del tempo e lo protegge dagli effetti delle Sabbie del Tempo.
• La Principessa Farah
L’ unica figlia del Marajah di Azad, rapita e fatta schiava dopo l’assedio al suo palazzo da parte dell’ esercito persiano. Dopo alcune controversie, unisce le sue forze a quelle del Principe per contrastare il Visir e rimediare ai danni causati dalle Sabbie del Tempo.
• Il Visir Zervan
Consigliere del Maharajah di Azad che vende il proprio padrone al re di Persia in cambio di una parte del suo bottino.
È l’antagonista principale nella trama del gioco ed è colui che convince con l’inganno il Principe a liberare le Sabbie del Tempo.
Storia [modifica]
In viaggio verso l’India, il Principe di Persia, figlio del grande re persiano Shahraman, ha l’occasione di partecipare alla sua prima grande battaglia contro una potente città. Come premio per la vittoria conquistata, i persiani riducono in schiavitù gli abitanti (tra cui la bellissima Farah, figlia del Maharajah) e saccheggiano le locali stanze del tesoro, ricche di antichi manufatti come una grande Clessidra contenente le mitiche Sabbie del Tempo e un mistico Pugnale in grado di piegare il tempo ai voleri di chi lo possiede. Il vecchio Visir Zervan, che aveva tradito il suo padrone per consegnare la città ai persiani in cambio di un solo manufatto fra quelli trafugati, chiede come premio il Pugnale del Tempo trovato dal Principe. I suoi desideri tuttavia sono frenati dal saggio re Shahraman che si rifiuta di sottrarre al figlio il bottino della sua prima battaglia. L’esercito persiano raggiunge quindi il sultanato alleato di Azad, recando i tesori appena ottenuti come dono. Il Visir spiega che le Sabbie del Tempo contenute nella Clessidra sono in grado di grado di manipolare il corso degli eventi e possiedono immensi poteri. Egli convince così il Principe a utilizzare il Pugnale per infrangere il sigillo della Clessidra, ma si tratta di un inganno: infatti le Sabbie del Tempo appena rilasciate attaccano i presenti trasformandoli in orribili creature di sabbia. Soltanto il Principe, il Visir e Farah si salvano grazie ai manufatti in loro possesso: il Pugnale, il Bastone e il Medaglione. Il Visir, sull’orlo della morte e ansioso di ottenere l’immortalità grazie al potere delle Sabbie cerca di sottrarre il Pugnale al Principe, ma questi riesce a fuggire. Si apre così una grande avventura all’interno del palazzo di Azad in cui il Principe e Farah, nonostante qualche iniziale incomprensione, devono farsi strada attraverso le varie stanze per rinchiudere nuovamente le Sabbie del Tempo sigillandole all’interno della Clessidra, perennemente ostacolati dal Visir, ora divenuto un pericoloso stregone. I due protagonisti, uniti dalle disavventure, si innamorano l’uno dell’altra, ma dopo una serie di insuccessi Farah decide di sottrarre il Pugnale al Principe e di proseguire da sola, lasciandogli solo il Medaglione per evitare che venga contaminato dalle Sabbie. La principessa viene tuttavia sopraffatta dalle creature di sabbia e il Principe non può far altro che guardarla morire. Recuperato il Pugnale, il Principe raggiunge furente la Clessidra e senza esitazione utilizza il Pugnale per rinchiudere ancora una volta le Sabbie del Tempo. Con la Clessidra nuovamente sigillata, il corso del tempo viene riavvolto fino al momento prima dell’inizio della battaglia di Azad. Nulla di tutto quello che è successo è avvenuto, ma sta per avvenire! Il Principe si reca dunque a palazzo dove trova Farah, che ovviamente non lo riconosce in quanto non si sono mai incontrati, e le racconta la sua storia iniziando con la stessa frase dell’apertura. A questo punto fa il suo ingresso il Visir, determinato ad eliminare il Principe prima che possa ostacolare il suo piano. I due si affrontano e il Principe riesce finalmente a uccidere il Visir, ponendo la parola fine a tutti gli orrori che si sarebbero potuti scatenare successivamente. Farah come ringraziamento dona al Principe il suo Medaglione, prima di vederlo scomparire nella foresta.

Lascia un commento : more...